Puglia – Rete dei Nodi per il Lavoro

RETE DEI NODI PER L’ANIMAZIONE DEL PIANO DEL LAVORO

Il Centro Sociale informatico ha presentato ed ottenuto l’ammissione alla Rete per il Lavoro costituita dalla Regione Puglia per la gestione del Piano del Lavoro e quindi per il rilancio dell’occupazione, con le seguenti attività di sportello:

• Informazioni sulle opportunità del Piano del Lavoro
• Orientamento

L’adesione alla rete, legata al possesso di determinati requisiti elencati di seguito, ha comportato la stipula di un Patto di servizio con la Regione Puglia attraverso il quale, a fronte di prestazioni specifiche, assicura un set di servizi informativi dedicati, quali:
• prendere parte a momenti di incontro organizzati dalla Regione Puglia per la sensibilizzazione, informazione e formazione rispetto alle singole iniziative promosse dal Piano;
• essere destinatari di un’attività di formazione e di accompagnamento all’utilizzo del sistema informativo telematico che permette la costruzione di un patrimonio di conoscenze;
• accedere a spazi riservati nella piattaforma telematica che gestisce gli interventi del Piano del lavoro;
• essere inclusi in tutta l’attività di comunicazione che la Regione promuove rispetto al Piano del lavoro.

Il servizio fa parte della I Tipologia – Nodi informativi e di orientamento, con i seguenti Requisiti Strutturali:
• Disponibilità di una sede aperta al pubblico e accessibile a norma di legge
• Accesso a internet
e Requisiti funzionali/operativi:
• Apertura al pubblico per almeno 15 ore settimanali dedicate esclusivamente alle attività di accoglienza degli utenti rispetto alle iniziative promosse dal Piano
• Posta elettronica + numero telefonico
• Sito/Pagina web di riferimento
• Presenza di operatori qualificati per il rapporto con il pubblico, esperti di orientamento al lavoro e di attività cofinanziate dal FSE, assegnati alle finalità del Piano
• Disponibilità a prendere parte alle attività di aggiornamento organizzate dalla Regione
Per ulteriori dettagli cliccare: http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/PianoLavoro/RetiAnimazione

Il sevizio di assistenza è disponibile presso il Centro Sociale Informatico nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì pomeriggio dalle h. 16.00 alle h. 18.00, in viale Fosse Ardeatine, 26 Latiano.
Tel. 0831-725125
email: osservatoriodisabili@gmail.com

Negli altri giorni il servizio è attivo presso la Sede Amministrativa di Città Solidale, in via Anania Lamarina, 75 Latiano, dalle h 9.00 alle h. 12.00 e dalle h. 16.30 alle h. 18.30.
Tel. 0831/721289; fax 0831/728377

Piano Straordinario per il lavoro in Puglia
Il Piano Straordinario Lavoro 2011 della Regione Puglia è stato progettato per affrontare la grave situazione regionale in materia di disoccupazione e di salvaguardia dell’occupazione esistente. Per questo sono state previste risorse per 340 milioni di euro distribuite su 6 linee di intervento, declinate a loro volta in 43 interventi che interesseranno circa 52.000 potenziali destinatari. Una di queste linee di intervento riguarda il lavoro per l’inclusione sociale, a cui sono stati destinati 47 milioni di euro.

Il governo regionale ha voluto fornire così una risposta immediata ad una situazione sempre più difficile e insostenibile che colpisce con particolare durezza i giovani e le donne. Infatti,mentre crescono in Puglia le esportazioni e il numero delle imprese, non appaiono altrettanto positivi i dati sull’occupazione. Nel terzo trimestre del 2010 il tasso di disoccupazione regionale, secondo la rilevazione Istat, è del 12,2%, sale al 14% per le donne. Ancora più gravi i recenti dati forniti dall’Istat per la disoccupazione giovanile in Italia salita a novembre al 28,9%, il dato più elevato dal 2004.

È importante sottolineare che il piano vuole essere una proposta organica di intervento che la Regione Puglia sottopone all’attenzione delle forze sociali, del parternariato socioeconomico ed istituzionale e delle sei Amministrazioni provinciali per moltiplicare le iniziative di collaborazione. I 43 interventi infatti avranno una priorità temporale che sarà decisa con il parternariato.

Comments are closed.